Sostituzione caldaia detrazioni fiscali – Incentivi caldaia


  • Condividi
  • Condividi

IN SINTESI

Per chi ha la necessità di sostituire la propria caldaia fino, al 31 dicembre 2012 può beneficiare di interessanti incentivi in termini di detrazioni dall’Irpef.

LINK UTILI

www.agenziaentrate.gov.it
www.professionearchitetto.it (sezione “notizie”)

DETRAZIONE DEL 36% PER RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE

Nel caso in cui si è provveduto al recupero edilizio o ristrutturazioni per il miglioramento energetico della propria casa, è possibile ottenere una detrazione del 36% sull’Irpef  per l’acquisto di una nuova caldaia ad alto rendimento (non inferiore al 90%). La detrazione ha un limite di 48.000 euro per unità immobiliare ed è spalmata su un periodo di 10 anni.

Chi può usufruire della detrazione del 36%?

-persone fisiche proprietarie degli immobili su cui vengono effettuati gli interventi di recupero o di miglioramento energetico
-persone che vantano dei diritti sugli stessi (quindi anche non proprietari)

DETRAZIONE DEL 55% PER SOSTITUZIONE CALDAIA CON UNA CALDAIA A CONDENSAZIONE

Questa agevolazione è stata prorogata fino al 31 dicembre 2012 e, a partire dal 1° gennaio 2013, la quota detraibile del 55% si riduce al 36%.

Chi può beneficiare della detrazione?

Possono beneficiare persone fisiche, imprese o professionisti che effettuano questo tipo di intervento su qualunque unità immobiliare. Come per la detrazione in caso di recupero edilizio, anche questo importo detraibile è suddiviso in 10 quote di uguale importo. L’importo massimo detraibile è pari a 30.000 euro.

IVA al 10%

La legge che regola questi incentivi ha previsto inoltre che per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici l’IVA sia fissata al 10%, sia per quanto riguarda interventi di manutenzione ordinaria che di manutenzione straordinaria.

PROVINCIA DI ROMA: CONTRIBUTO PARI ALL’80% A FONDO PERDUTO PER SOSTITUZIONE CALDAIA

Per il quinto anno consecutivo la Provincia di Roma eroga un finanziamento a fondo perduto, pari all’80% dell’intero importo, per la sostituzione di impianti termici da parte di cittadini (con l’indicatore I.S.E.E. del nucleo familiare fino ad un massimo di 40.000 euro) o condomini.

Altri requisiti: l’impianto in oggetto deve avere almeno 10 anni e deve trovarsi in un comune di Roma con almeno 40.000 abitanti.

Per approfondimenti visita il sito www.climanetonline.it nella sezione “notizie”.

 

 

Nessun articolo correlato.

Scrivi un commento per favore




























  • RISPARMIARE OVUNQUE
    COMPRARE ONLINE
    • -Quali Siti
    • -Consigli
    • -Mutui
    • -Finanziamenti
  • RIDURRE LE BOLLETTE
  • AUTO & DINTORNI
  • DETERSIVI FAI DA TE
    - Lavastoviglie - Piatti
    - Pavimenti - Sanitari
    - Lavatrici - Acciaio
    - Marmo & Parquet - Vetro