Comprare farmaci su internet è legale ? Comprare medicine e medicinali online è permesso ?


  • Condividi
  • Condividi

Comprare farmaci su internet è legale ? Comprare farmaci online è permesso ?

Sappiate che solo l’1% delle farmacie sono legali, grazie ad alcune farmacie legali nel Regno Unito, Germania e Olanda, e che il 90% dei farmaci acquistabili online sono contraffatti. Fazio ha aperto nuovi spiragli alle farmacie online anche in Italia (per farmaci senza ricetta), ma con precise regolamentazioni che potrebbero essere rese note nel corso dei prossimi mesi, nel 2011 al massimo, su spinta di Bruxelles, dove l’unico ostacolo sarebbero i farmacisti italiani che si oppongono.

Legislazione sul comprare farmaci su internet
In Inghilterra, Germania e Olanda è possibile la vendita di farmaci online anche se con ricetta, in quanto la ricetta è fatta “online”.

Certo, in Inghilterra esiste già una regolamentazione, e via internet è possibile fare di tutto, tanto più che non ci sarebbe controllo doganale e la ricetta sarebbe prodotta “online” (un loro medico dopo aver avuto i vostri dati vi fa la ricetta ed effettuano la spedizione). In genere i paesi permetterebbero l’acquisto via posta di medicamenti registrati nel proprio Paese di appartenenza e solo per uso personale. Ad esempio sarebbe sicuramente illegale acquistare all’estero un medicamento non registrato o approvato in Italia, oppure in quantità alte tali da esser commercializzato.

Da una nostra ricerca, alla data odierna “30/09/2010″ non “esisterebbe” una legge che ne vieti l’acquisto su internet da siti autorizzati della UE. Esiste il divieto di vendita, e regole molto ferree per il trasporto e confezionamento. Per questo leggero vuoto momentaneo abbiamo contattato:

_ _

Ministero della Salute
Impact Italia Task-force nazionale contro la contraffazione farmaceutica
AIFA Agenzia Italiana del Farmaco

ci fanno capire che l’acquisto con prescrizione online non sarebbe consentito. Credo che questo vuoto normativo sarà colmato a breve dall’attuale ministro Fazio. Ecco quanto ci hanno riferito: La normativa italiana attualmente vigente non prevede la possibilità di vendita tramite farmacie on-line di medicinali. In sostanza tale forma di vendita è da considerare non autorizzata. D’altra parte, l’acquisto presso farmacie estere di piccole quantità di medicinali per uso personale può contravvenire, almeno in parte, alcuni dettami della legislazione farmaceutica, quali, ad esempio:

1) la necessità di una prescrizione medica (necessaria in molti casi). Veda, a tale proposito il decreto legislativo 24 aprile 2006, n. 210, art. 87 e seguenti;

2) per i medicinali esteri non autorizzati in Italia, l’obbligo del medico di richiedere il nulla osta all’importazione al Ministero della Salute, secondo quanto stabilito dal D.M. dell’11 febbraio 1997 (GU 27 marzo 1997, n. 72) e successive modifiche;

3) per i medicinali autorizzati in Italia, ma temporaneamente carenti sul territorio nazionale l’obbligo del medico di richiedere il nulla osta all’importazione all’AIFA, ai sensi del DM 11 maggio 2001.

4) Le autorità competenti (come le Dogane) possono fermare la spedizione chiedendo di fornire le autorizzazioni previste, senza le quali si può incorrere in sanzioni come il sequestro e la distruzione dei prodotti acquistati.

-

Svantaggi
_ E’ ILLEGALE soprattutto se è un farmaco che richiede prescrizione medica
_ Non sappiamo se possiamo assumere quel principio attivo se non con una visita specialistica
_ Non abbiamo idea della quantità di prodotto di cui necessitiamo con conseguenti seri danni
_ Prodotti acquistati non autentici e privi del principio attivo (spesso)
_ Concentrazioni sballate del principio attivo (troppo alto o troppo basso)
_ Blocco del prodotto alla dogana (in alcuni casi di invii da paesi extraeuropei)
_ Possono contenere sostanze pericolose/tossiche
_ Furto di identità digitali e carte di credito
_ Medicine scadute da tempo e non sono state approvate da FDA
_ Non possono essere utilizzate insieme ad altre medicine che state assumendo
_ Non prodotte e neanche spedite in maniera consona

Vantaggi (vantaggi solo teorici e per persone stupide)
_ Non c’è bisogno di richiesta medica
_ Costi più bassi (spesso al costo troppo basso corrisponde un farmaco sicuramente non autentico)
_ Si evita la figura di andare a chiedere al medico e al farmacista (Anonimato)
_ Farmaci non ancora presenti in Italia o che mai ci saranno (Severamente vietato)

-

-

ESPERIMENTI SU ACQUISTI IN FARMACIE ONLINE

La FDA americana ha effettuato degli studi. 3 consumatori hanno acquistato Xenical, ma invece dell’Orlistat hanno trovato Sibutramina o nulla, e pazienti che avevano ordinato Ambien (zolpidem tartnate), Xanax (alprazolam), Lexapro (escitalopram oxalate), Ativan (lorazepam) hanno ricevuto farmaci a base di aloperidolo (potente antipsicotico). Questi pazienti sono ricorsi d’urgenza all’ospedale per problemi respiratori, come possibili effetti collaterali dell’aloperidolo. Secondo uno studio Impact solo uno dei trenta siti esaminati ha inviato il medicinale promesso.

-

-

Necessità di accreditare le farmacie regolari
Pubbliche organizzazioni del tipo Royal Pharmaceutical Society of Great Britain, RPSGM -
http://www.rpsgb.org o private (in USA c’è la National Association Boards of Pharmacy e il famoso PharmacyChecker.com) hanno affrontato il problema di accreditare farmacie regolari, collegate alla farmacia standard, e quelle presenti solo online ma autorizzate.
In America entrambe le farmacie possono chiedere l’accreditamento (seguendo un programma di convalida, ispezioni, campionamenti, venendo poi inserite in un elenco di farmacie autorizzate e potendo esporre un logo di approvazione (presente anche nei siti truffa). In Inghilterra vale lo stesso (ma solo per le farmacie on line collegate a farmacie tradizionali), dove quindi un click sul logo ci porta sul sito ufficiale RPSGM dove possiamo controllare l’effettiva presenza di questa o quella farmacia.

-

Seduta del 27 aprile u.s. la Commissione ENVI
Controlli maggiori alle farmacie online europee, ma negli stati membri le farmacie devono ottenere un’autorizzazione speciale da parte dell’autorità competente ed esporre in homepage il nuovo logo per aiutare gli utenti a capire se il sito è collegato ad una farmacia autorizzata.

Da anni si discute della legalità degli acquisti online, soprattutto in Italia per Comprare farmaci su internet dove la legislazione internet in Italia ha sempre vacillato , sempre priva di leggi chiare e conseguenti controlli. Gli acquisti di medicinali online è ormai un boom, in particolare da siti web spesso extra europei (India e Cina in primo luogo) dove cittadini ignari si ritroveranno ad acquistare falsi prodotti totalmente privi del principio attivo desiderato e a volte anche nocivo. Il nostro consiglio è quello di non acquistare prodotti da pseudo farmacie online ma di rivolgersi al proprio medico curante, almeno di provarci.

Il medico di famiglia deve essere un riferimento e non bisogna aver vergogna di chiedere al proprio medico informazioni sui farmaci, che siano farmaci dimagranti o per impotenza sessuale. Nel Regno Unito un medico su 4 ha riscontrato fra i propri pazienti disturbi provocati da farmaci acquistati on line sul web.

I problemi principali si hanno in quanto i farmaci dimagranti (in primo luogo Reductil a base di Sibutramina e Xenical a base di Orlistat) sono consigliati per persone con indice di massa corporeo superiore a 30 (BMI >/= 30 kg/m2 ossia peso diviso l’altezza al quadrato) e inoltre hanno tante controindicazioni, e non a ragazzine che si preparano alla prova costume con qualche kilo di troppo. Lo stesso vale per i farmaci che combattono l’impotenza come il Viagra ed il potentissimo Cialis che sono assolutamente sconsigliati a chi non ne ha bisogno.

I siti di farmacie online dove comprare farmaci sembrano siti medici salutisti, ma spesso alle spalle si nasconde una pseudo-farmacia il cui scopo è quello di vendere farmaci a più non posso. Questi siti sembrano ben fatti, spiegano tante cose, mostrano immagini dei loro edifici e del loro personale, dicono di essere in Canada o in Europa, ma potrebbero essere truffatori indiani da 4 soldi, a livello informatico non è complicato creare o costruire un sito ben fatto che sembri serio. Vi assicuro che le truffe hanno percentuali altissime, e pochi (quasi nessuno) denuncia l’accaduto, per vergogna spesso neanche ne parla sui forum. Inoltre questi truffatori scrivono guide, partecipano a discussioni online con il solo scopo di consigliare il proprio sito.

-

Come controllare la farmacia online

- Controllate su Google Map al loro indirizzo se corrispondono quei palazzi. La pagina del pagamento dovrebbe cominciare con Https:// e non Http://… e mostrare un piccolo catenaccio in basso a destra sul bordo del browser.

- Provate una ricerca sul database Whois (http://www.who.is) inserendo il loro dominio. In genere sono nomi falsi e spesso i siti truffa sono in India e Cina, ma spesso anche negli Usa, da dove poi gestiscono ordini con i quali fanno partire dall’Asia prodotti generici (nella maggior parte dei casi privi di principio attivo) etichettati come integratori, ma comunque passibili di blocco doganale.

- Controllate su http://www.rpsgb.org/ la loro presenza (oppure sul sito dal quale volete acquistare controllate la presenza del link al RPSGB come fa ad esempio pharmacy2u.co.uk.

-

Vi ricordo la legislazione per l’acquisto di farmaci
http://www.impactitalia.gov.it/ (possibilità di contattare un esperto)

http://www.fda.gov/Drugs/ResourcesForYou/ucm080588.htm

http://www.rpsgb.org/

http://www.who.int/

_

Per concludere sul comprare farmaci online
Prima di buttar via 100 €, prenotiamoci una visita che il ticket ci costa molto meno, e non abbiate vergogna di esporre i vostri problemi a un medico. MAI COMPRARE ONLINE FARMACI che richiedono prescrizione medica, fidatevi, è illegale e nella stragrande maggioranza dei casi vi troverete medicine farlocche che non darei al mio peggior nemico!

Nessun articolo correlato.

1 Commento a “Comprare farmaci su internet è legale ? Comprare medicine e medicinali online è permesso ?”

i scrive:

Siete voi che siete stupidi di proponere di pagare questi costi ridicolosi delle medicine in Italia…

Scrivi un commento per favore




























  • RISPARMIARE OVUNQUE
    COMPRARE ONLINE
    • -Quali Siti
    • -Consigli
    • -Mutui
    • -Finanziamenti
  • RIDURRE LE BOLLETTE
  • AUTO & DINTORNI
  • DETERSIVI FAI DA TE
    - Lavastoviglie - Piatti
    - Pavimenti - Sanitari
    - Lavatrici - Acciaio
    - Marmo & Parquet - Vetro