Investire in oro fisico 2011 – Investimenti in oro


  • Condividi
  • Condividi

Investire in oro fisico 2011 – Investimenti in oro


-la legge sul mercato dell’oro

-il prezzo dell’oro

-cosa sono i beni rifugio

-ma comprare oro è un affare?

-evitare le truffe

LA LEGGE SUL MERCATO DELL’ORO


La normativa inerente alla compravendita dell’oro ha subito dei forti cambiamenti dall’inizio del terzo millennio; fino a quella data infatti in Italia esisteva il monopolio di stato sull’oro. Insieme alla Spagna ed alla Grecia, l’Italia era l’unico paese europeo in cui era vietato ai privati comprare oro per investimento.

Un italiano aveva il diritto di acquistare oro lavorato (bracciali, collane, anelli, orologi etc),  ma si vedeva precluso l’acquisto di un lingotto; questa limitazione si estendeva anche a quegli italiani che eventualmente avrebbero voluto comperarlo all’estero.

Il fatto stesso che oltre all’Italia, solo nazioni dotate di un’economia non proprio brillante come la Grecia e la Spagna, avessero questo divieto era un segnale che tale restrizione probabilmente non avrebbe avuto buoni effetti sull’economia.

Fortunatamente, con la legge del 17 gennaio del 2000 n.7, c’è stata una liberalizzazione anche in questo settore e sono state rimosse le precedenti restrizioni. A seguito dell’entrata in vigore della legge numero 7 del 2000, infatti, è stato abolito il monopolio sull’oro, il che ha permesso anche ai risparmiatori privati di acquistare monete e lingotti di oro fino in esenzione da I.V.A.

Oggi il privato può acquistare il quantitativo di oro puro che desidera senza alcuna formalità, con l’unica eccezione di dover fornire le proprie generalità nel caso l’acquisto superasse il valore di 12.500 euro, nel qual caso il fornitore è obbligato a identificare l’acquirente per obbedire alle norme antiriciclaggio.

Chi volesse approfondire l’argomento può consultare il sito  http://www.parlamento.it/parlam/leggi/00007l.htm in cui è riportata per intero la Legge 17 Gennaio 2000  e con essa la “Nuova disciplina del mercato dell’oro”.

IL PREZZO DELL’ORO


la Borsa di Londra stabilisce il fixing dell’oro, cioè il prezzo di riferimento del metallo prezioso. Il suo valore viene fissato due volte al giorno alle ore 10,30 e alle 15,00 in un asta tra i membri della London Bullion Market Association. Nella sessione pomeridiana viene stabilita la quotazione che farà poi da riferimento al prezzo del bene a livello mondiale.

Chi vuole sapere in tempo reale il valore dell’oro può entrare nel sito del sole 24 ore http://www.ilsole24ore.com/ ed inserire la query: quotazione oro al grammo. Verranno presentati vari articoli; il primo dei quali, più specifico ci rendera il valore dell’oro ad oncia.  Un oncia equivale a 28,35 grammi.

Gli articoli successivi sono ugualmente importanti proponendo informazioni ed aggiornamenti relativi a questa preziosa materia prima.

http://www.compro-oro.org/servizi_aggiuntivi/compro_oro_perugia.php in questo sito vengono proposte delle quotazioni oro molto concorrenziali.

COSA SONO I BENI RIFUGIO


L’oro al pari di altre materie prime preziose come argento o platino e dei patrimoni immobili fa parte dei cosiddetti beni rifugio. Si definisce come bene rifugio un avere dotato di un valore intrinseco, che come dice in nome, tiene il proprietario al riparo da un periodo di crisi economica, finanziaria e da un periodo di  incremento generale dei prezzi.

Rappresenta perciò un investimento finanziario difensivo che ha come primo obiettivo la tutela del capitale. Offre, infatti, nel lungo termine una stabilità del suo valore commerciale.

La quotazione dell’oro è strettamente collegata all’andamento dei mercati finanziari. Tradizionalmente il prezzo dell’oro è salito nei momenti di difficoltà delle borse, per retrocedere nelle fasi di mercati toro.

Generalmente il valore dell’oro cresce quando si registra  un’ ipertrofia inflazionistica. Infatti fino a qualche decennio fa, quando  l’inflazione raggiungeva cifre molto elevate vanificando i conti correnti e mangiando i i risparmi, molta gente oltre ai bot usava comprare beni aurei, per salvaguardare il capitale.

Al giorno d’oggi essendo scesa fortemente l’inflazione, anche questa pratica si è molto ridotta, ma l’oro rimane ugualmente un rifugio contro le periodiche crisi dei mercati finanziari.

Il valore dell’oro è oltretutto fortemente influenzato anche dalla legge della domanda e dell’offerta  per questo motivo l’estrazione aurea è ponderata attentamente. Incrementarne  verticalmente la produzione  aumentando così esageratamente l’offerta, infatti significa spesso farne crollare il prezzo .

La domanda cioè la richiesta mondiale di articoli di gioielleria oltreché di monete e lingotti, risente, come ogni altro settore dal livello di salute dell’economia mondiale ed è un fattore decisivo per quanto concerne il prezzo dell’oro.

Ma una legge che sia sempre vera ed una regola che non abbia eccezioni in economia non esiste; ogni caso concreto è una storia a se e far riferimento a situazioni passate simili, non sempre può avvicinarci alla soluzione del problema.

Per tutte queste considerazioni è difficile stabilire il prezzo che l’oro avrà  in un futuro, anche prossimo ed anche gli esperti mondiali d’economia possono sbagliare le previsioni. Per questo i futures con cui si specula sul suo ipotizzato valore futuro possono rappresentare solo in parte una buona alternativa d’investimento. Chi vuole scegliere di sottoscriverli deve comunque sapere che avrà un margine di rischio non particolarmente esiguo.

MA COMPRARE ORO E’ UN AFFARE?


Abbiamo visto che l’oro rappresenta un bene rifugio e per questo acquistarlo (evitando le truffe) non è mai un cattivo affare. Il suo andamento se a breve termine può avere dei picchi in positivo come in negativo, nel medio e nel lungo periodo rappresenta invece un investimento stabile e sicuro. Chi acquista oro fisico quindi non deve essere tanto preoccupato di quanto oscillerà da qui ad un anno –neanche i grandi economisti lo sanno per certo- ma avere la consapevolezza di aver investito in una delle forme più affidabili che ci sono sul mercato.

Una precisazione a questo punto va fatta: il prezzo di un’ oncia dal 2000 ad oggi è visibilmente aumentato, sintomo che l’oro anche nel terzo millennio può rappresentare una valida alternativa nella collocazione del capitale.

EVITARE LE TRUFFE


Come è emerso dall’articolo, l’oro fisico rappresenta un investimento sicuro; certo questo è vero solo se si ha occhio per evitare le truffe!

Ci sono delle regole per scongiurare le frodi.

In primo luogo  bisogna aggiornarsi costantemente sulle quotazioni dell’oro verificando che il venditore applichi un prezzo corrispondente al reale valore.

In seconda istanza è importante fare attenzione se è oro 18 (carati) cioè composto al 75% da oro e al 25% da altre leghe  o oro puro a 24 carati. Spesso il prezzo presentato si riferisce all’oro 24, ma se si vuole acquistare oro a 18K il prezzo va decurtato del 25%.

Al terzo punto: se si vuol fare questo acquisto è meglio andare in negozi e gioiellerie accreditate e competenti e non in negozietti improvvisati. (a meno che siete degli specialisti del settore capaci di riconoscere facilmente l’oro vero dall’oro “di Bologna”

Infine dovete diffidare di chi non chiede alcun documento per la compravendita, tutte le transazioni devono essere registrate.

Matteo Morrone Berlingo’

Nessun articolo correlato.

Scrivi un commento per favore




























  • RISPARMIARE OVUNQUE
    COMPRARE ONLINE
    • -Quali Siti
    • -Consigli
    • -Mutui
    • -Finanziamenti
  • RIDURRE LE BOLLETTE
  • AUTO & DINTORNI
  • DETERSIVI FAI DA TE
    - Lavastoviglie - Piatti
    - Pavimenti - Sanitari
    - Lavatrici - Acciaio
    - Marmo & Parquet - Vetro