Finanziamenti agrari


  • Condividi
  • Condividi

Finanziamenti agrari

I finanziamenti agricoli appartengono alla categoria dei mutui ipotecari ed offrono la risposta a una pluralità di esigenze; possono avere come oggetto:

  • Ø Aziende agricole

Rivolto a chi vuole acquistare o ristrutturare terreni agrari, fabbricati ad uso abitativo o produttivo come magazzini, stalle etc.

  • Ø Sviluppo produttivo

Riservato a chi ha in progetto l’acquisto di impianti volti al miglioramento della produzione e la realizzazione di opere di miglioramento fondiario.

  • Ø Agriturismo

Destinato a chi vuole acquistare o ristrutturare un locale da adibire ad agriturismo, ed anche a chi desidera arredare gli ambienti dello stabile, realizzare spazi verdi in aree appartenenti alla proprietà o sistemare e illuminare la strada di accesso al locale.

  • Ø Bioedilizia

Soddisfa le esigenze di chi ha a cuore la tutela ambientale e oltre a coprire l’ecoarchitettura comprende anche la realizzazione di impianti di compostaggio, impianti a basso consumo energetico o ad energia rinnovabile, impianti fotovoltaici.

Il finanziamento agricolo ha un meccanismo molto semplice e comprensibile perché segue le stesse leggi di un mutuo ipotecario normale sia nella procedura di attivazione che in quella di pagamento del prestito. Entrambe sono tutelate dal decreto Legislativo n° 385 del 1/09/1993   in materia bancaria e creditizia.

In tutti e due i casi come garanzia  del mutuo c’è  una ipoteca di primo grado; cambia solo l’oggetto della garanzia.  Nel caso  di un mutuo ipotecario classico viene impegnato l’immobile, nel caso di finanziamento agricolo a garanzia  del prestito si pone il terreno o il fabbricato agricolo.

il  mutuo ipotecario presenta chiare e determinate caratteristiche:

  1. La durata del contratto non deve essere minore a 18 mesi e di dipende  dall’età del contraente; se è superiore a 40 anni, il tempo massimo è di 20 anni; se inferiore si può allungare a 30 anni.
  2. Il rimborso si realizza attraverso rate periodiche che possono essere mensili, trimestrali o semestrali.
  3. il tasso di pagamento è a scelta del contraente e può essere fisso o variabile.
  4. L’importo del mutuo non può essere superiore all’80% del valore dell’immobile ipotecato, ma può arrivare a coprirne l’intero valore nel caso in cui si faccia anche una polizza di fidejussione.

Il cliente ha a disposizione delle agevolazioni: può richiedere che l’importo ipotecato sia diminuito al calare del debito, può richiedere anche una riduzione del 50% dell’onorario del notaio per l’atto di mutuo. Il contraente ha il diritto di fare dei versamenti per ridurre l’importo del mutuo o anche estinguerlo prima del tempo.

Prima di contrarre il mutuo e di decidere la modalità del rimborso, è bene però fare delle ricerche di mercato, confrontare i vari prodotti e le varie condizioni. Con l’avvento di internet è possibile da casa  avere una panoramica completa su tutti i prodotti di mutuo che le varie banche e istituti di credito ci offrono.

La rete offre anche i mezzi per fare calcoli e richiedere preventivi on line tramite i siti delle banche e degli istituti di credito o tramite dei siti che vendono prodotti di diverse banche.

In alcuni casi è anche possibile fare dei mutui on line.

Matteo Morrone Berlingò

Nessun articolo correlato.

1 Commento a “Finanziamenti agrari”

angelo scrive:

per me questo sito e’ stato utile ed interessante grazie ciao

Scrivi un commento per favore




























  • RISPARMIARE OVUNQUE
    COMPRARE ONLINE
    • -Quali Siti
    • -Consigli
    • -Mutui
    • -Finanziamenti
  • RIDURRE LE BOLLETTE
  • AUTO & DINTORNI
  • DETERSIVI FAI DA TE
    - Lavastoviglie - Piatti
    - Pavimenti - Sanitari
    - Lavatrici - Acciaio
    - Marmo & Parquet - Vetro