Finanziamenti auto tasso zero nuove e usate


  • Condividi
  • Condividi



Finanziamenti auto tasso zero nuove e usate

.

Finanziamenti Auto

Indice
1.Link del Settore
2.Introduzione
3.Le caratteristiche di un finanziamento
4.Principali caratteristiche del contratto
5.Cosa succede se non si paga una rata?
6.L’estinzione del finanziamento
7.I Tassi Tan e Taeg
8.Finanziamento TASSO ZERO

.

1.Link del settore

-http://www.opel.it
-http://www.seatcredit.it
-http://auto.trovit.it
-

2.Introduzione
Decidere di acquistare una nuova autovettura attraverso Finanziamenti auto tasso zero nuove e usate, occorre sempre informarsi e rendersi conto delle responsabilità a cui si va in contro, perchè l’acquisto di un bene come l’automobile, rappresenta per la società dei nostri giorni un bene essenziale a cui non si riesce proprio a fare a meno, è che prima o poi bisogna decidere di acquistare.
Ovviamente se da un lato abbiamo la necessità primaria data dall’acquisto di una auto, dall’altra parte della moto bisogna considerare il notevole esborso che l’acquisto di un auto comporta, fattore che spesso e volentieri spinge gli acquirenti a chiedere un finanziamento o un pagamento a rate del bene, in modo tale da riuscire comunque a mantenere invariato il proprio stile di vite.
Scegliere dunque di comprare un automobile a rate si può rivelare dunque una scelta fondata, ma bisogna essere a conoscenza di tutti i fattori riguardanti un prestito o un finanziamento:

- Caratteristiche di un Finanziamenti auto tasso zero nuove e usate
- Durata del prestito
- Le finanziarie che erogano il prestito
- Il contratto
- Pagamento delle rate
- L’estinzione dell’ammontare debito
- Tassi Tan e Taeg
- Le coperture assicurative

3.Le caratteristiche di un Finanziamenti auto tasso zero nuove e usate
Decidere di comprare una nuova auto attraverso Finanziamenti di auto tasso zero nuove e usate dunque senza avere a propria disposizione il capitale di denaro necessario all’acquisto del bene, solitamente non rappresenta un problema insormontabile, in quanto ci sono diverse vie che permettono di risolvere questo problema.
Ormai sono quasi il 60% degli acquirenti che decidono di avviare un finanziamento o un prestito per poter acquistare la propria automobile, anche grazie al vantaggio dato dalla possibilità di poter acquistare la propria automobile senza dover pagare il prezzo dell’auto direttamente in contanti.
Accedendo dunque a questa tipologia di prestito finalizzato all’acquisto di un bene come in questo caso rappresentato dall’automobile, ad un tasso di interesse che generalmente è fisso bisogna ripagare a rate la somma erogata dalla finanziaria, per l’acquisto del bene per conto dell’acquirente.
In genere sono proprio le concessionarie che decidono di loro pugno di prendere in mano le pratiche e gestire l’avviamento del finanziamento, attraverso particolari accordi presi proprio con questi enti erogatori, ottenendo dunque un doppio vantaggio ovvero quello di riuscire a vendere l’automobile, al giusto prezzo di mercato, e acquisire anche una quota di provvigione con la stessa società finanziaria.

.

4.Principali caratteristiche del contratto
Questa tipologia di prestito viene regolamentato direttamente da una legge, grazie alla quale al momento della stipula del contratto dovrete tenere ben presente i seguenti elementi:

-Il tasso di interesse applicato ;
-Oneri in caso di mora e altre spese aggiuntive legate al prestito;
-Importo totale del finanziamento e modalità di accesso;
-Importo, scadenza e numero delle rate da pagare;
-Il TAEG (tasso annuo effettivo globale);
-Condizioni di modifiche del TAEG
-Importi esclusi dal calcolo del TAEG
-Garanzie del finanziamento
-Le coperture assicurative.

Tutti questi elementi devono essere espressamente indicato nel contratto, e visionati prima della firma e dell’acquisizione del bene, oltre ad aaltri elementi come il prezzo del contratto, acconti o caparre eventuali da versare, condizioni per il passaggio di proprietà anche perché in alcuni casi il trasferimento non avviene in maniera rapida ed immediata.

.

5.Cosa succede se non si paga una rata?
Generalmente il mancato pagamento di una rata determina l’inadempienza nei confronti della società finanziaria, dunque si diventa passibili a successivi aumenti del tasso di interessa, causati dall’applicazione della mora, con un successivo nella cosiddetta lista di cattivi pagatori, che in seguito porterà ad avere problemi ad accedere ad un prestito.
Inoltre la finanziaria può prendere l’iniziativa legittima di interrompere e sciogliere il prestito in maniera unilaterale rispetto al contratto, per poi dunque richiedere il pagamento in una singola soluzione dell’intero importo rimanente, ma questa operazione renderà difficile per il pagatore, accedere nuovamente in futuro ad una nuova forma di prestito qualsiasi sia la natura del prestito richiesto.
E’ molto consigliato dunque cercare di evitare in tutti i m,odi possibili questi avvenimenti, pagando tutte le rate del finanziamento a tempo debito.
Inoltre se dovesse succedere che in un mese non si possiede la possibilità di pagare la rata del finanziamento è consigliabile comunque prima della scadenza del pagamento contattare la finanziaria per poter trovare una soluzione comune che non danneggi entrambe le parti.
Se la vostra situazione economica risulta invece gravemente compromessa allora è consigliabile la restituzione del bene acquistato.

.

6.L’estinzione del finanziamento
L’estinzione del prestito può avvenire anche prima della scadenza dei termini stabiliti, se si decide di restituire la somma dovta in un unica soluzione alla finanziaria con l’aggiunta del pagamento di alcune penali corrispondenti.
In caso d estinzione anticipata del vostro debito, l’istituto erogatore del prestito chiederà il pagamento immediato della somma residua del prestito, oltre agli interessi che sarebbero maturati fino alla fine del prestito, più una quota penale, che per legge non può superare 1% del capitale residuo.

.

7.I Tassi TAN e TAEG
Il tasso TAN, ovvero il tasso annuale nominale, è il tasso di interesse applicato al pagamento del prestito, la quale si andrà a sommare a tutte le altre componenti che andranno a totalizzare la somma che il pagatore dovrà restituire alla finanziaria.
All’interno del TAN non sono comprese le spese cosiddette accessorie, come ad esempio le spese di aperture della pratica.
Per quanto riguarda il TAEG, ovvero il tasso annuo effettivo globale, rappresenta la misurazione del costo complessivo del prestito, e comprende tutte le spese dell’intera pratica come le spese di apertura della pratica, le provvigioni applicate, tasse e altro ancora.Viene espresso in percentuale e con due cifre decimali.
Per poter valutare nel migliore dei modi una proposta di finanziamento è necessario confrontare i tassi TAEG, tenendo in considerazione però il fatto che per paragonare in maniera equa, è necessario che caratteristiche come la durata e l’importo siano coincidenti all’interno delle due ipotesi a confronto.
Il tasso TAEG diminuisce all’aumentare della durata del prestito, invece a parità di durata il TAEG diminuisce all’aumentare dell’importo del prestito.

.

8.Finanziamento TASSO ZERO
Il celeberrimo finanziamento a tasso zero non è decisamente un’argomento da prendere alla leggere in quanto in generale il termine tasso zero si riferisce al tasso nominale, dunque al tasso TAN.
Ma generalmente questi tipi di tasse sono pagate dalla concessionaria alla finanziaria, proprio per invogliare i clienti all’acquisto del bene; dunque se il tasso nominale è zero, risulta invece molto elevate il tasso TAEG, in quanto sarà inglobato di spese iniziali molto elevate, dunque occorre sempre tenere in considerazione tutti i termini dell’offerta.

Nessun articolo correlato.

Scrivi un commento per favore




























  • RISPARMIARE OVUNQUE
    COMPRARE ONLINE
    • -Quali Siti
    • -Consigli
    • -Mutui
    • -Finanziamenti
  • RIDURRE LE BOLLETTE
  • AUTO & DINTORNI
  • DETERSIVI FAI DA TE
    - Lavastoviglie - Piatti
    - Pavimenti - Sanitari
    - Lavatrici - Acciaio
    - Marmo & Parquet - Vetro