Motori auto bassi consumi: a due o a tre cilindri?


  • Condividi
  • Condividi

motore adattoLe Case produttrici di automobili incalzano nella produzione e nella scelta dei propulsori giusti da lanciare sul mercato. La finalità è quella di individuare il motore ideale che rispetti la filosofia del downsizing, che riduca, quindi, il peso, l’ingombro e i consumi senza rinunciare al piacere di guida della vettura stessa. E così da una parte troviamo chi opta assolutamente su l’uso del motore a due cilindri (la Fiat) e dall’altra l’intero gruppo di una quindicina di Case che preferiscono il 3 cilindri.

MOTORE BICILINDRICO: TUTTI I SUOI PUNTI DI FORZA
Il gruppo Fiat
è l’unico ad avere il coraggio di puntare su un piccolo motore a benzina a due cilindri, il cui  prototipo è il TwinAir. Il propulsore in questione è frutto della ricerca e dello sviluppo operato da Fiat Powertrain Technologies e le sue caratteristiche sono tante. In primo luogo si avvale di una distribuzione di tipo MultiAir, che abbina ad una alzata e fasatura variabile l’albero di equilibratura. In questo modo il bicilindrico sarebbe in grado di garantire un maggiore potenziale tecnico in termini di efficienza termodinamica.  La cilindrata unitaria, inoltre, favorirebbe l’ottimale rapporto superficie/volume della camera di combustione. Ed infine,  il propulsore TwinAir favorirebbe il controllo ottimale della combustione ciclo a ciclo, ottimizzando l’efficienza del motore attraverso il controllo della quantità di aria disponibile nel singolo cilindro. Per visionare il motore andate a vedere il sito http://www.twinair.com/.

MOTORE A TRE CILINDRI: TUTTI I SUOI PUNTI DI FORZA
Una quindicina di Case automobilistiche, come la Ford, la Peugeot, la Renault, la Skoda, la Volskwagen e così via, adoperano i motori a 3 cilindri. Il perché? Secondo gli interessati il tre cilindri offre grandi vantaggi in termini di silenziosità e confort, soprattutto sulle vetture di piccole dimensioni.  Il propulsore 3 cilindri soddisfa pienamente le attese dei tecnici e basterebbe abbinarlo ad un motore elettrico, che non sarebbe nemmeno più necessario impiantare sulle vetture un 4 cilindri. Il 3 cilindri, ad esempio, è il classico propulsore che usato sulla Up! Vedi il sito  http://www.volkswagen.it/up/?gclid=CICGnvrdga4CFQaIDgoduCcw6A.

E ALLORA QUALE SCEGLIERE?
Come sempre la verità sta nel mezzo! Quindi la scelta del motore adatto sta nel tipo di vettura che serve. Il 3 cilindri, infatti, può fornire una grossa potenza, senza sovraccaricare i consumi e gli ingombri e senza produrre fastidiose vibrazioni quando si carica il piede sull’acceleratore. Questo è possibile perché un propulsore di tal specie può fare a meno dell’albero di equilibratura. Di contro ciò non è possibile sul bicilindrico che per forza di cose necessita questo ultimo elemento. Tuttavia, il motore a due cilindri utilizza il MultiAir, il dispositivo che consente il controllo della fasatura ma anche la regolazione della potenza senza farfalla. Per conoscere tutti i vantaggi della tecnologia in questione vedi il http://www.fptmultiair.com/.

Nessun articolo correlato.

Scrivi un commento per favore




























  • RISPARMIARE OVUNQUE
    COMPRARE ONLINE
    • -Quali Siti
    • -Consigli
    • -Mutui
    • -Finanziamenti
  • RIDURRE LE BOLLETTE
  • AUTO & DINTORNI
  • DETERSIVI FAI DA TE
    - Lavastoviglie - Piatti
    - Pavimenti - Sanitari
    - Lavatrici - Acciaio
    - Marmo & Parquet - Vetro