Mutuo estinzione parziale – Estinzione parziale mutuo prima della scadenza


  • Condividi
  • Condividi


Mutuo estinzione parziale – Estinzione parziale mutuo prima della scadenza

.

Indice
1.Link del settore
2.Mutuo estinzione parziale: di cosa si tratta
3.Estinzione parziale mutuo prima della scadenza:le tutele degli istituti di credito
4.Mutuo estinzione parziale
5.Mutuo estinzione parziale:Il secondo decreto Bersani

.

1.Link del settore
-http://www.idea-prestiti.it
-http://www.spaziomutui.com
-http://www.mutuicom.it

.

Mutuo estinzione parziale: di cosa si tratta
Innanzitutto occorre chiarire di cosa stiamo parlando quando trattiamo l’argomento mutuo, per capire in seguito come e cosa comporta l’estinzione parziale anticipata dello stesso.
Un mutuo è sostanzialmente una tipologia di contratto che prende vitaa nel momento in cui le due parti denominate rispettivamente mutuante il soggetto che si prende carico di fornire la liquidità necessaria per poter effettuare il pagamento di un immobile, contrapposto al mutuatario, ovvero colui che richiede e acquisisce il capitale necessario ad emettere il pagamento dellimmobile da acquistare.
Con la stipulazione del mutuo, il mutuatario ovvero il debitore firmerà un accordo a ripagare il debito acquisito in una durata predefinita all’interno del contratto attraverso il pagamento di un numero predefinito di rate mensili

La situazione attuale del mercato dei mutui immobiliari, è una situazione che pone in netto vantaggio i soggetti che decidono di erogare un mutuo a discapito invece dei mutuatari, in quanto i soggetti mutuanti rappresentati perlopiù da istituti bancari ed istituti di credito, emettono le proprie offerte in maniera unilaterale, non sarà possibile dunque per chi ha la necessita di accedere ad un mutuo, dare vita ad una contrattazione o presentare in qualche modo la propria valutazione.

Ogni contratto di mutuo immobiliare presenta al suo interno una condizione che definisce la possibilità di estinguere in via anticipata il mutuo acquisito, o parte di esso, la condizione in esame prende il nome di estinzione anticipata del muto.

In questo senso vi è una data molto importante in quante ha segnao un cambiamento epocale per quanto riguarda l’estinzione anticipata sia parziale che totale dei mutui, suddetta legge prende il nome di decreto Bersani.
Secondo il Decreto Bersani entrato in vigore a partire dall’anno 2007, il soggetto mutatario ovvero colui che decide di accedere ad un mutuo, motrà decidere in qualsiasi momento di accedere all’estinzione parzialeo totale del prestito, sempre che tale condizione sia possibile e prevista all’interno delle condizioni contrattali, senza dover pagare nessun costo aggiuntivo, ne mora ne qualsiasi altra tipologia di penale, cosa che invece era prevista per i contratti stipulati in data antecedente l’entrata in vigore del secondo Decreto Bersani.7
L’ammontare di tale penale veniva prestabilito e fissato all’interno dei termini contrattuali.

.

3.Estinzione parziale mutuo prima della scadenza:le tutele degli istituti di credito
Gli istituti di credito che decidono di emettere il mutuo, per potersi tutelare da casi di insolvenza, o da estinzione parziale del mutuo, solitamente decidono per questo motivo di applicare percentuali di interesse altissimi, in modo tale da poter garantito una discreta somma di guadagno.

.

4.Mutuo estinzione parziale
Nel momento in cui il mutuatario prende la decisione di estinguere parzialmente il mutuo contratto allora questo dovrà pagare la parte del mutuo che intende saldare, senza che l’istituto erogatore possa in alcun modo richiedere il pagamento di interessi.
Il mutuatario avrà inoltre la possibilità di scegliere in che modo pagare la restante parte del mutuo, ovvero può scegliere se diminuire le rate e mantenere il valore della singola rata costante, oppure mantenere la durata costante e diminuire il valore delle singole rate.

.

5.Mutuo estinzione parziale:Il secondo decreto Bersani
Andiamo in questo capitolo ad analizzare nel dettaglio quali siano stati realmente i cambiamenti apportati dal Secondo Decreto Bersani.
Nel 2007 con l’arrivo di tale decreto è stato postoi il divieto assoluto di pagamento di costi aggiuntivi legati all’estinzione anticipata di qualsiasi forma di debito , sia per estinzioni parziali che totali.
In questo modo chiunque acceda ad un mutuo immmobiliare avrà la possibilità in qualsiasi momento di mettere eventualmente in vendita il proprio immobile, e decidare di pagare in un unica soluzione con la liquidità acquisita dalla vendita dell’immobile, di pagare in ujn unica soluzione il debito acquisito.

Il soggetto mutuatario in questo modo avrà la possibilita di scegliere se estinguere parzialmente o totalmente il debito senza dover pagare costi aggiuntivi, ma solo l’importo del debito che intende saldare.

Nel caso di estinzione parziale del debito sarà l’istituti di credito a rivalutare l’ammontare del debito ed in accordo col soggetto mutuatario in che modo saldare la restante parte del debito residuo.

E’ necessario inoltre dire che per i contratti stipulati nei periodi precedenti in data precedente all’entrata in vigore del Secondo Decreto Bersani, all’interno del quali sono presenti clausole, more e penali in caso di estinzione anticipata, questi rimarranno validdi anche se l’estinzione avviene in data successiva al 2007.
Per i contratti stipulta in data successiva all’entrata in vigore di tale Decreto invece non sarà richiesto in alcun modo di pagare alcun costo aggiuntivo, se non l’importo del debito o parte di esso che si vuole pagare in via anticipata.

Nessun articolo correlato.

I commenti sono disabilitati.




























  • RISPARMIARE OVUNQUE
    COMPRARE ONLINE
    • -Quali Siti
    • -Consigli
    • -Mutui
    • -Finanziamenti
  • RIDURRE LE BOLLETTE
  • AUTO & DINTORNI
  • DETERSIVI FAI DA TE
    - Lavastoviglie - Piatti
    - Pavimenti - Sanitari
    - Lavatrici - Acciaio
    - Marmo & Parquet - Vetro