Vendere playstation online – Vendere la propria PS2 PS3 su internet


  • Condividi
  • Condividi

Vendere la propria console online non è la stessa cosa che venderla in un negozio: la rete, infatti, offre tantissime strade… dal forum mercatino, alle aste, al sito personale.

Non potendo vedere e toccare con mano la console dovrete essere voi ad assicurarvi che il prodotto attiri immediatamente l’attenzione del visitatore. Dovrete, insomma, essere manager di voi stessi.

.

- PREPARVI ALLA VENDITA -

Il primo passo in un processo di vendita non si compie quando si apre un annuncio, ma molto prima. Ci sono diverse cose che dovrete preparare prima di vendere la propria PS2 o la propria PS3 su internet.

Sia che si tratti della Playstation 2 che della 3, assicuratevi che il prodotto sia ben pulito e completo di tutta la cavetteria, delle istruzioni e della scatola originale.

Se anche uno di questi componenti venisse a mancare, il valore finale del prodotto diminuirebbe sensibilmente.

Fotografate con estrema cura la vostra Playstation e siate onesti nel mostrare tutto ciò che altri potrebbero celare, in cattiva fede. Ci stiamo riferendo, ovviamente, a difetti estetici quali graffi o piccole ammaccature.

Fare la foto anche ai difetti del prodotto non significa darsi la mazza sui piedi, ma anzi, invoglierà il cliente a scegliere sulla base di una console sicuramente più genuina di quella presentata con delle foto “standard”.

Dopo aver fatto ciò iniziate a documentarvi. Questo passaggio è molto utile per coloro i quali si ritrovano una playstation da vendere online senza sapere, di preciso, in che consiste la macchina (ad esempio, padri o parenti).

Anche per i videogiocatori è davvero importante conoscere la concorrenza sia se si vuole vendere la propria PS2 o PS3 su di un sito fatto ad hoc, sia se la si voglia inserire in un sito di aste online come Ebay. Le regole sono fondamentalmente le stesse.

Verificate il valore della console tenendo bene a mente che non esiste una sola Playstation. Esistono tante Playstation quante sono le variabili del caso.

Il valore di una console viene stabilito non soltanto dalla console stessa e dalla sua condizione (difetti superflui, difetti gravi, “come nuova”), ma anche dal modello.

Per chi non lo sapesse, infatti, il mercato lancia ogni anno modelli differenti di console che variano non soltanto a livello hardware (come nel caso della vecchia Playstation 2), ma anche a livello software.

.

- VARIABILI SOFTWARE E HARDWARE -

Per ciò che concerne la Playstation 2 entrano in gioco solo variabili hardware dato che il software non era in alcun modo modificabile né soggetto ad upgrade.

La variabile di maggiore interesse per quanto riguarda il mercato europeo e, in particolar modo, quello italiano, è quella del chip di modifica.

Teniamo bene a mente che la pirateria è assolutamente illegale, ma è sicuramente vero che il chip di modifica garantisce una maggiore usabilità della console in quanto consentiva di poter lanciare titoli giapponesi ed americani altrimenti ingiocabili.

Una Playstation 2 senza modifica non vale più di una trentina di euro (su canali quali Ebay), ma se l’avete modificata potrete richiedere fino al doppio del suo prezzo finale!

Una seconda variabile hardware legata alla PS2 è quella del modello: quello iniziale, il fat, è più vecchio, quindi più usurato. I chip di modifica per quella versione sono meno stabili e più difficili da utilizzare.

Il prezzo per una fat usata si aggira sulla ventina di euro o sulla quarantina nel caso sia stata modificata.

Il caso della PS3 è, senza ombra di dubbio alcuna, ben più complicato e controverso perché in questo caso entrano in gioco anche le variabili software o, più nello specifico, dal firmware inserito nella console.

Per questa ragione non è detto che una console PS3 vecchia, nonostante l’usura del tempo, valga economicamente meno rispetto ad una PS3 ultimo modello. Vediamo insieme per quale motivo.

Fermo restando la macro divisione tra modelli fat e slim, applicabile anche a questa nuova generazione, va detto che le primissime console Sony avevano una feature che poi è stata eliminata in seguito.

Esse erano retrocompatibili al 100% con qualsiasi videogioco PSX e PS2 – fermo considerando che in entrambi i casi i giochi restavano rigorosamente region locked a differenza dei titoli PS3.

Tutte le PS3 attuali, invece, possono leggere solo ed esclusivamente giochi PSX, ma non possono lanciare quelli della PS2 costringendo, di fatto, l’utente a possedere ben due console per giocare a tutti i titoli Sony.

La comodità di questa feature aggiunta al fatto che questa tipologia di PS3 è andata a ruba, hanno fatto lievitare notevolmente il prezzo della stessa.

Esiste un metodo molto semplice per verificare se la vostra Playstation 3 è retrocompatibile al 100%: se ha due porte USB non lo è, se ne ha quattro è molto probabile che lo sia!

Un’ultima variabile è quella legata al firmware: le nuove console vengono distribuite con un firmware superiore al 3.6.

Al momento, però, l’unico firmware che permette di usare gli homebrew e di lanciare i backup dei giochi da hard disk è il 3.55 (al massimo è valutabile il 3.56 perché si può fare il downgrade).

Se la vostra PS3 ha un firmware 3.55 o 3.56 e avete intenzione di venderla non aggiornate per nessuna ragione al mondo, fate una foto dimostrativa allo schermo TV e inseritela opportunamente nell’asta o nella pagina web della vendita.

Nel caso di buone condizioni, una PS3 fat, retrocompatibile e con firmware 3.55 può valere sui 200€… praticamente quasi il prezzo di un esemplare nuovo!

.


- CHIUDERE GLI ACCOUNT PER LA VENDITA -

Una cosa che spesso i venditori di console Playstation si dimenticano di fare è di chiudere il proprio account utente o quello del figlio.

Questo è, invece, un passaggio nevralgico e molto importante perché una volta venduta la vostra PS3 non avrete più controllo alcuno sui dati inseriti.

Vostro figlio potrebbe aver inserito foto o dati sensibili che così facendo andrebbero nelle mani dell’acquirente! Una violazione, non voluta, della vostra privacy, insomma.

Se non avete più intenzione di giocare alla PS3 è sufficiente formattare il disco rigido per risolvere il problema.

Se state commutando il vostro usato per comprarvi un esemplare di ultima generazione, invece, dovreste prima salvare il vostro profilo utente su di una chiavetta USB e poi formattare. Una volta presa la console nuova non dovrete fare altro che importare i vostri dati dal pen drive e reinserirli sulla PS3.

Nessun articolo correlato.

1 Commento a “Vendere playstation online – Vendere la propria PS2 PS3 su internet”

adamo scrive:

voglio vendere una play station 2 a 110 euro più giochi più 2 memory in card più 30giochi e più due gioidtic

Scrivi un commento per favore




























  • RISPARMIARE OVUNQUE
    COMPRARE ONLINE
    • -Quali Siti
    • -Consigli
    • -Mutui
    • -Finanziamenti
  • RIDURRE LE BOLLETTE
  • AUTO & DINTORNI
  • DETERSIVI FAI DA TE
    - Lavastoviglie - Piatti
    - Pavimenti - Sanitari
    - Lavatrici - Acciaio
    - Marmo & Parquet - Vetro