Blefaroplastica risultati – Blefaroplastica costi e rischi


  • Condividi
  • Condividi

Blefaroplastica risultati
Blefaroplastica costi e rischi

Hai un problema di rigonfio permanente delle palpebre che con le consuete creme leviganti anti-età e contorno occhi non riesci a risolvere. Ebbene, non ti resta che rivolgerti ad un chirurgo specialista in una determinata branca della chirurgia plastica che si chiama Blefaroplastica per procedere, qualora vi siano le necessità ad un intervento chirurgico.

Secondo un sondaggio effettuato da una delle cliniche estetiche più all’avanguardia nella chirurgia estetica, più aggiornate e testate secondo criteri standard internazionali, molte sono le donne dello spettacolo che si sottopongono a questo tipo di intervento (Demi Moore, Angelina Jolie, Catherine Zeta-Jones) con risultati sempre sorprendenti.

Ma i rischi, seppure remoti, ci sono e sono innegabili. L’assunzione di qualsiasi tipo di farmaco o di particolare integratore va comunicato allo specialista, che ne valuta l’eventuale sospensione.

Una settimana prima della blefaroplastica si deve cessare completamente di prendere aspirina (e farmaci con medesimo principio attivo), perché impedirebbe la corretta guarigione. Anche alcolici e sigarette vanno evitati. L’intervento di blefaroplastica non viene considerato invasivo, tuttavia è bene valutare alcuni aspetti per presentarsi al meglio e ottenere il massimo dalla procedura chirurgica.

I corretto stato di salute del paziente viene valutato dallo staff chirurgico ed anestesiologico attraverso gli esami del sangue e l’elettrocardiogramma prescritti in fase di visita preliminare, i risultati sono garantiti.

In questa occasione viene stabilito precisamente il piano d’intervento e si fissa il costo definitivo, comprensivo di tutte le fasi chirurgiche e post chirurgiche. L’atto chirurgico, della durata media di 20 minuti per una blefaroplastica superiore e inferiore, avverrà in anestesia locale e sedazione endovenosa per un risultato quanto più naturale possibile.

.

- – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – -
Prezzi Blefaroplastica
- – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – -

I prezzi base variano dai 2.000 ai 3.000 euro dunque si tratta di un intervento di per sé non costosissimo. Il costo della blefaroplastica dipende da alcune variabili:

  • a) gli onorari del chirurgo,
  • b) i controlli post operatori anche a distanza di anni onorari del chirurgo,
  • c) i costi dello Staff medico e paramedico d) il ricovero e la sala operatoria e) la medicazione immediata e quelle successive.

.

- – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - -
Intervento, quando si può procedere?
- – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - -

L’intervento di blefaroplatica consente di eliminare quelle fastidiose e antiestetiche borse sotto gli occhi che spesso generano stanchezza, occhi arrossati e pesantezza delle palpebre. Il prodotto dell’intervento è uno sguardo più giovane e disteso, un ringiovanimento del contorno occhi, oltre ad una sensazione “fisica” di benessere e riposo.

.

- – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – -
Visite specialistiche pre-intervento
- – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – -

Il chirurgo interessato dovrà effettuare al paziente una visita pre-opertaoria nella quale valuterà le soluzioni e le varie problematiche per poter scegliere la tecnica migliore da utilizzare e a quali risultati effettivamente si potrà giungere.

.

- – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - -
Tecniche ambulatoriali blefaroplastica
- – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - -

Il chirurgo dovrà operare solo ed esclusivamente sulla palpebra superiore dell’occhio, non su quella inferiore. Questo perché le borse che si vengono a creare sotto gli occhi sono il riflesso dell’appesantimento dell’accumulo di grasso che si viene a formare proprio dentro la palpebra superiore e che va asportato mediante una semplice incisione della pelle. Sulla palpebra inferiore si interviene ma non tramite incisione ma con il laser al fine di ridurre le borse sotto gli occhi e levigare la pelle.

L’intervento laser sotto gli occhi ha finalità meramente estetiche poiché serve a restituire allo sguardo rilassatezza e un effetto riposo che ringiovanisce, davvero ottimi risultati. Essendo un intervento meramente estetico è opportuno operare sulla palpebra inferiore esclusivamente attraverso il laser, in caso contrario si rischierebbe di comprometterne il risultato dell’effetto estetico generando cicatrici piuttosto evidenti. Il risultato della rinoplastica, se non subentrano complicazioni, può addirittura permanere per 8 o 10 anni, prima di un ulteriore ritocco.

Una durata davvero prolungata nel tempo. Nella maggior parte dei casi non è necessario asportare la pelle così le borse di grasso possono essere eliminate attraverso una incisione praticata dall’interno (transcongiuntivale). Con questa tecnica non ci sono cicatrici esterne di alcun genere. Viene praticata una incisione che viene nascosta nella naturale piega della palpebra superiore. Vengono quindi asportati la pelle in eccesso e le borse di grasso sotto gli occhi La cicatrice, situata in un solco naturale, risulta dopo poco tempo praticamente invisibile.

Eventuali complicazioni: Reazioni allergiche dovute non all’intervento ma alla somministrazione dell’anestetico; ematomi e infezioni. Inoltre il cedimento della palpebra, dovuto a diversi fattori esterni, generanti dal decorso post-operatorio può comportare la necessità di ulteriori interventi di ridefinizione della palpebra interessata da eventuali complicazioni.

.

- – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - -
Lipostruttura
- – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - -


L’operazione avviene mediante anestesia locale in modalità ambulatoriale (day ospital). In concomitanza all’intervento possono essere necessari interventi di peeling chimico e lifting del sopracciglio attraverso una particolare tecnica del laser ablativo.

Dopo di che si procede ad una lipostruttura delle palpebre. Si tratta di un intervento rifinitorio che attiene più all’ambito della Liposuzione che a quello della Blefaroplastica e consiste nella eliminazione del tessuto adiposo presente nella palpebra inferiore e generante, più che le borse sotto gli occhi, proprie le occhiaie, fenomeno molto più radicato e difficile da asportare nelle donne, perché affonda le proprie origini, non nella stanchezza e in uno sguardo poco riposato, ma nella età che avanza.

Molti pazienti richiedono una blefaroplastica eseguita col laser perchè credono che non lasci cicatrici evidenti. In realtà l’incisione cutanea non è che la prima fase dell’intervento.

L’uso del laser nella blefaroplastica non offre quindi particolari vantaggi rispetto al normale bisturi a lama e al bisturi elettrico. Le cicatrici sono poco visibili in entrambi i casi. La scelta dipende dalle preferenze del chirurgo e, in molti casi, l’uso del laser è condizionato da esigenze di marketing.

.

- – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - -
Rischi
- – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - -

Le conseguenze della blefaroplastica possono essere il cosiddetto occhio “tondo” con perdita di tono della palpebra inferiore (scleral show) e l’aspetto “svuotato” dell’orbita. Queste situazioni sono causate da un atteggiamento aggressivo, poco prudente e antiquato dell’operatore.

Per evitare questi spiacevoli inconvenienti, il nostro approccio segue le più moderne tendenze nella blefaroplastica: è conservativo; la pelle che viene eliminata è minima per evitare retrazioni ; privilegiamo, invece, il riposizionamento dei tessuti per dare al/alla paziente un aspetto naturale , tonico e sano evitando il classico aspetto “operato”.

.

- – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – -
Precauzioni durante il periodo post-operatorio
- – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – -

Prima dell’operazione il/la paziente deve leggere e firmare un consenso informato all’intervento , che viene controfirmato anche dal chirurgo, dove sono descritte tutte le notizie che riguardano l’intervento: modalità, tecnica utilizzata, anestesia, convalescenza, rischi e possibili complicanze. Si tratta di un documento indispensabile ai fini legali, oltre che per evitare eventuali incomprensioni e ridurre così le possibilità di insoddisfazione.

La chirurgia estetica palpebrale può essere praticata in modo ambulatoriale o in regime di Day Hospital: ciò significa che è possibile fare ritorno a casa subito dopo l’intervento o dopo poche ore di osservazione. Intervento “ambulatoriale” non vuole dire eseguito in ambulatorio ma si riferisce al fatto che non è necessario un ricovero; deve però essere praticato in una struttura idonea dotata di una efficiente sala operatoria. In casi particolari o su richiesta del paziente viene praticata l’anestesia generale.

Poco dopo l’intervento è possibile fare ritorno a casa dove consigliamo per qualche ora fare degli impacchi con garze bagnate fredde per limitare il gonfiore e alleviare il fastidio. Dopo tre giorni vengono asportati i piccoli punti di sutura. I lividi, se presenti, si risolvono in 7-10 giorni. In questo periodo è consigliabile l’uso di occhiali da sole.

Scrivi un commento per favore




























  • RISPARMIARE OVUNQUE
    COMPRARE ONLINE
    • -Quali Siti
    • -Consigli
    • -Mutui
    • -Finanziamenti
  • RIDURRE LE BOLLETTE
  • AUTO & DINTORNI
  • DETERSIVI FAI DA TE
    - Lavastoviglie - Piatti
    - Pavimenti - Sanitari
    - Lavatrici - Acciaio
    - Marmo & Parquet - Vetro