Guida prestiti senza garanzia – Prestiti no garanzie


  • Condividi
  • Condividi

prestiti senza garanzieGuida prestiti senza garanzia

1 – Cosa sono
2 – Tipologie prestiti
3 – Prestiti senza busta paga
4 – Chi può richiederli
5 – Chi può ottenerli
6 – Prestiti d’onore per studenti
7 – Chi li concede
8 – Prestiti senza busta paga online
9 – Condizioni economiche prestiti senza busta paga
10 – Prestiti senza garanzie per studenti
11 – Penale di estinzione anticipata


- – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – -
1 – Cosa sono
- – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – -

I prestiti o finanziamenti senza garanzia sono delle linee di credito concesse senza la richiesta di documenti o garanzie che testimonino la capacità patrimoniale o di reddito del richiedente, ma valutando altri requisiti.

Esistono molte tipologie di prestiti senza garanzia, come quelli senza busta paga, senza intervento di un garante o concessione di ulteriori garanzie accessorie come l ‘iscrizione di ipoteche sui beni del richiedente. Queste tipologie di prestiti sono oggetto di una martellante campagna pubblicitaria, diffusasi soprattutto con l’avvento della crisi economica che negli ultimi 3 anni ha colpito moltissime famiglie pregiudicando i loro redditi e le possibilità di accesso al credito bancario.

Con i prestiti senza garanzie si possono ottenere delle somme necessarie a fronteggiare delle spese utili alla gestione familiare o alla realizzazione di importanti progetti di studio e di vita, senza presentare documenti reddituali o altre garanzie. Questi prestiti sembrano davvero un regalo da parte delle banche, un sogno per la maggior parte dei richiedenti che non hanno la fortuna di avere un reddito o dei beni in garanzia.

In realtà, all’interno di ogni linea di credito “senza garanzia” si nascondono clausole contrattuali e condizioni economiche ben precise che bisogna vagliare attentamente prima di ritrovarsi con dei debiti che potrebbero provocare delle ulteriori e drammatiche conseguenze finanziarie. Inutile dire che esistono prestiti senza garanzia seri ed affidabili ed altri meno seri ed affidabili. Il tutto sta nel valutare il canale di accesso a questo tipo di credito.

.

- – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – -
2 – Tipologie prestiti
- – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – -

Quando si dice che è possibile ottenere un prestito senza garanzie, in realtà si dice qualcosa che non è realmente vero. Nella concessione di un prestito la banca richiede sempre delle garanzie, solo che queste possono cambiare di volta in volta, in base alla somma richiesta ed ai documenti presentanti a fronte della stessa.

Ecco perché nei prestiti senza garanzie possiamo distinguere, in prima istanza, i prestiti senza reddito dimostrabile o senza busta paga. In questo caso il prestito sarà richiesto senza la presentazione di un documento attestante la percezione di un reddito da parte del richiedente, come la busta paga o il Cud.

Si trovano in questa situazione lavoratori in nero, coloro che hanno perso improvvisamente il lavoro. Nel caso del lavoratore autonomo viene chiesta copia dell’ultima dichiarazione dei redditi, ma anche per questa tipologia di lavoratori, dove il fallimento dell’attività è sempre in agguato e dove il lavoro precario ed occasionale sta diventando una regola, presentare una dichiarazione dei redditi accettabile diventa spesso impossibile. In tutti questi esempi le banche non concedono facilmente dei prestiti, perché non sono in grado di valutare la capacità di rimborso del richiedente. Eppure i prestiti senza reddito e senza busta paga esistono vengono richiesti e concessi dalle banche. Vediamo come.

.

- – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – -
3 – Prestiti senza busta paga
- – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – -

I prestiti senza busta paga sono dei prestiti personali, cioè delle linee di credito non finalizzato, e, dunque, utilizzabili per qualsiasi scopo. Se il richiedente non è in grado di fornire una garanzia reddituale come la busta paga o il Cud, la banca potrà richiedere altre garanzie come la firma di un terzo garante che possa garantire il rimborso del prestito e degli interessi ( fideiussione) o la firma di un coobbligato con capacità di reddito dimostrabile che possa saldare il debito in caso di insolvenza del debitore principale.

Come si può notare il prestito senza busta paga è un finanziamento senza garanzia per quanto riguarda quella reddituale, ma non lo è completamente, perché scomparsa la garanzia reddituale, cioè il documento attestante la capacità di rimborso, vengono richieste altre garanzie secondarie, dette accessorie o aggiuntive.

.

- – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – -
4 – Chi può richiederli
- – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – -

I prestiti senza busta paga vengono richiesti da soggetti senza documenti attestanti la percezione di un reddito, lavoratori in nero, occasionali o precari, ma anche studenti per completare gli studi universitari o frequentare master post-laurea.

.

- – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – -
5 – Chi può ottenerli
- – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – -

Le categorie sopracitate ( escludendo gli studenti di cui parleremo nel prossimo paragrafo) possono realmente ottenere dei prestiti senza presentazione di documenti di reddito solo se possiedono beni mobili o immobili che permettano di valutare la loro situazione patrimoniale, oppure se possono fruire della firma di un terzo garante. Non sempre la banca richiede l’iscrizione dell’ipoteca sui beni del richiedente.

A volte, a fronte della richiesta di un prestito senza busta paga, la banca, chiede, molto gentilmente, se si possiedono immobili o terreni per verificare la consistenza patrimoniale del richiedente. La documentazione attestante il possesso di un certo quantitativo di beni immobili, può essere valutata come un requisito di affidabilità dello stesso.

Certo l’iscrizione dell’eventuale ipoteca può avvenire in sede di definizione del contratto di finanziamento, quando si chiedono somme consistenti che configurano un mutuo piuttosto che un prestito personale e dove vengono indicate tutte le clausole e le condizioni economiche della pratica. Il proprietario di un immobile può ottenere un prestito senza busta paga anche se percepisce un canone di affitto.

In tal caso la banca eviterà di iscrivere ipoteca sul cespite immobiliare posseduto perché considererà il canone di locazione come una garanzia di reddito continuativo. Può ottenere un prestito senza busta paga anche un cliente correntista della banca il cui conto è stato movimentato da accrediti nel periodo considerato.

Pensiamo ad un imprenditore ad esempio, la cui attività va molto bene e registra frequenti e sostanziosi accrediti sul suo conto bancario, derivanti dalle vendite dei suoi prodotti o servizi. In tal caso la banca saprà già le condizioni reddituali del proprio cliente e potrà concedere il prestito personale senza richiedere i documenti di reddito. Un discorso a parte meritano, invece, i cosiddetti prestiti d’onore per studenti.

.

- – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – -
6 – Prestiti d’onore per studenti
- – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – -


I prestiti d’onore per studenti sono delle linee di credito concesse per completare gli studi universitari e per frequentare dei master post laurea. Rientrano nella categoria dei prestiti senza busta paga o senza garanzia, perché vengono concessi sulla base di altri requisiti dello studente, come la difficile situazione economica ed il merito scolastico, cioè la votazione conseguita agli esami universitari o nel diploma di laurea.

Questi prestiti sono,spesso, oggetto, di convenzioni con gli atenei e le banche. La somma, di solito compresa tra 6 e 12 mila euro, verrà erogata allo studente che rientra nei requisiti richiesti senza presentazione di garanzie reddituali, personali o patrimoniali. Grazie ad accordi con gli enti pubblici questi prestiti possono prevedere l’erogazione di una somma a fondo perduto; il rimborso avverrà solo alla fine del ciclo di studi o dell’ingresso nel mondo del lavoro solo per la parte di prestito effettivamente utilizzato.

Questi finanziamenti vengono concessi anche a tassi particolarmente agevolati. Rappresentano sicuramente un’innovazione nel campo dei prestiti senza garanzia dove valgono dei requisiti che esulano dalle capacità patrimoniali e reddituali del richiedente e che riguardano il merito e l’effettiva situazione di necessità economica.

.

- – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – -
7 – Chi li concede
- – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – -

I prestiti senza busta paga o senza reddito e garanzia vengono concessi da innumerevoli istituti bancari a cui si affiancano anche le famose società finanziarie, gli intermediari del credito che utilizzano questa forma di prestiti e la relativa promozione per conquistare un numero elevato di clienti.

Ma tra una banca ed una finanziaria e l’altra, bisogna sempre distinguere l’istituto più affidabile e con le condizioni economiche più vantaggiose. Per trovare una banca che eroga prestiti senza busta paga bisogna o contattarla direttamente allo sportello o navigare il sito web della stessa selezionando la categoria dei “prestiti personali”. Ricordiamo, infatti, che i prestiti senza garanzia sono dei prestiti personali.

Se, invece, si cerca la dicitura “prestiti senza busta paga”, si otterrà, tramite il web, una lunga lista di società finanziarie che svolgono un servizio di intermediazione tra le banche ed i richiedenti. In questo quadro, citare un singolo sito che eroga prestiti personali senza garanzie ci sembra molto riduttivo. L’ideale è visitare i siti dedicati alla comparazione tra le diverse offerte di prestiti dello stesso tipo tra più banche. E’ il caso di http://www.prestitionline.it/ dove si possono comparare i prestiti senza garanzie offerti da 15 banche diverse.

.

- – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – -
8 – Prestiti senza busta paga online
- – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – -

Come qualsiasi altro tipo di prestito, anche quelli senza busta paga si possono richiedere comodamente tramite il pc di casa. La prassi è molto semplice: dopo aver comparato le diverse condizioni economiche delle banche, si seleziona quella più conveniente e la si invia, a titolo di richiesta, all’istituto di credito corrispondente. L’istituto esaminerà gratuitamente la richiesta inviata e comunicherà la fattibilità della stessa.

Nella procedura, come si può notare, non esistono molte differenze con la richiesta di altri prestiti online. Il consiglio che diamo è sempre quello di non lasciarsi ingannare dai messaggi pubblicitari di certe finanziarie che declamano la possibilità di ottenere prestiti senza reddito sempre e comunque. Qualsiasi richiesta di prestito è sempre sottoposta ad approvazione della banca erogante.

http://www.prestitionline.it/

.

- – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – -
9 – Condizioni economiche prestiti senza busta paga
- – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – -

I prestiti senza reddito dimostrabile o senza busta paga sono sottoposti a delle precise condizioni economiche che riguardano l’importo massimo finanziabile; la durata del finanziamento, la modalità e la periodicità di rimborso, il Taeg applicato.

L’importo finanziabile è di massimo di 60 mila euro; con durate fino a 120 mesi. Attenzione ai messaggi pubblicitari sul Taeg che indicano tassi a partire dal 5 -6%. Quando nel messaggio promozionale si parla di tassi che partono da un tot, vuol dire che questi saranno molto più alti. Abbiamo provato a comparare le offerte di diversi istituti di credito attraverso la risorsa web che vi abbiamo segnalato al paragrafo più su.

Ebbene, per un importo di 10 mila euro, sono saltate fuori alcune offerte che davano tassi dal 9 all11%. Alzando la somma a 30 mila euro i tassi oscillavano tra il 9 -10%. L’importo massimo finanziabile dipenderà dai requisiti indicati dal richiedente al momento dell’invio della richiesta, ovvero la zona di residenza, l’età, l’attuale professione, l’anno di inizio, la finalità della somma. Con questi dati la banca potrà decidere di abbassare o diminuire l’importo della somma indicata nella richiesta online. Il rimborso periodico delle rate avviene tramite addebito su c/c dove sarà accreditato anche l’intero importo concesso.

La stessa modalità di accredito e di addebito vale anche per i prestiti d’onore per studenti che hanno però delle condizioni economiche più vantaggiose per via dell’intervento di accordi tra banche ed enti pubblici.

.

- – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – -
10 – Prestiti senza garanzie per studenti
- – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – -

Per ottenere prestiti senza garanzie o reddito dimostrabile per studenti esiste davvero l’imbarazzo della scelta. Le prime informazioni si possono reperire dai siti dell’università frequentata. Altrimenti anche una semplice ricerca della parola chiave “prestiti d’onore per studenti” restituirà una serie di siti di banche che finanziano ( senza garanzia) i percorsi di studio universitari e post-laurea. Tra questi segnaliamo Unicredit Banca.

Durante il periodo di fruizione del prestito non si dovrà rimborsare nulla; il periodo di restituzione decorrerà al termine del percorso di studi o del “periodo di garanzia” ( fino a 2 anni dalla fine degli studi) concesso dalla banca per entrare nel mondo del lavoro. Un altro prestito senza garanzie per studenti è Magna Charta di Banca Marche che finanzia anche master post laurea e dottorati di ricerca.

Altro prestito senza garanzia per studenti italiani che frequentano master all’estero, è il prestito d’onore di Banca Sella. Altro prestito senza garanzie per studenti è Prestito Bridge di Banca Intesa che può essere richiesto dagli studenti iscritti presso le università convenzionate con l’istituto di credito, la cui lista è disponibile all’interno del sito dello stesso. I prestiti senza garanzie possono prevedere il pagamento di penali di estinzione anticipata, non applicate da tutti gli istituti di credito.

.

- – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – -
11 – Penale di estinzione anticipata
- – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – - – -

Abolita sui mutui viene applicata sull’estinzione anticipata dei prestiti personali che sono anche finanziamenti senza garanzia. La legge stabilisce che il debitore possa estinguere anticipatamente il debito pagando alla banca una maggiorazione del debito residuo stabilita in sede di contratto.

La maggiorazione non dovrà superare l’1% del capitale residuo e servirà a risarcire la banca del mancato utile che avrebbe conseguito con il rimborso di tutte le rate periodiche aumentate degli interessi. Per fidelizzare la clientela non tutte le banche ricorrono alla clausola del’estinzione anticipata ed è bene verificare in sede di contratto la presenza o meno di questa clausola che va comunque ad incidere sul costo del prestito.

Le condizioni economiche di un prestito senza garanzie sono sempre liberamente consultabili sui fogli informativi messi a disposizione della banca. L’erogazione di questi tipi di prestito, inoltre, non prevede alcuna spesa o costo iniziale.

Anche la richiesta online e l’invio del preventivo con i propri dati viene effettuata dagli istituti di credito e dalle finanziarie, in maniera del tutto gratuita. Ecco perché bisogna fare sempre attenzione al Taeg applicato, dove potrebbero essere recuperati tutti gli oneri e le spese inizialmente non previste.

Nessun articolo correlato.

1 Commento a “Guida prestiti senza garanzia – Prestiti no garanzie”

sumon scrive:

3,000€




























  • RISPARMIARE OVUNQUE
    COMPRARE ONLINE
    • -Quali Siti
    • -Consigli
    • -Mutui
    • -Finanziamenti
  • RIDURRE LE BOLLETTE
  • AUTO & DINTORNI
  • DETERSIVI FAI DA TE
    - Lavastoviglie - Piatti
    - Pavimenti - Sanitari
    - Lavatrici - Acciaio
    - Marmo & Parquet - Vetro