Prestito personale a pensionati – Richiesta prestito personale pensionati


  • Condividi
  • Condividi



Prestito personale a pensionati – Richiesta prestito personale pensionati

.

Prestito personale a pensionati

Indice
1.Link del Settore
2.Prestito personale a pensionati
3.Richiesta prestito personale pensionati: Quota massima finanziabile
4.e tipologie di prestito attualmente esistenti per la Richiesta prestito personale pensionati
5.Richiesta prestito personale pensionati attraverso INPS
6.Come emettere Richiesta prestito personale pensionati
7.Tutela da parte dell’INPS dei soggetti pensionati

.

1.Link del settore
-http://www.pensionationline.it
-http://www.convenzioneinps.it
-http://www.directafin.it
-http://www.allfinweb.com
-http://www.4credit.it

.

2.Prestito personale a pensionati
Per pensionati che decidono di richiedere un prestito personale un modo per poter avere accesso a questa forma particolare di finanziamento è richiedere un prestito inps per pensionati, forse una delle poche modalità che permettono di riunire in un unica formula quelle che sono le richieste dei clienti pensionati, e le modalità di finanziamento attualmente presentti all’interno del mercato italiano.

Negli anni precedenti speso quello che aaccadeva è che un cliente pensionato non avevo nessun tipo di modo di poter richiedere un particolare tipo di finanziamento proprio per la caratteristica fondamentale che contraddistingue iun cliente generico da uno pensionato, ovvero l’età, che veniva anteposta ad un’altro parametro fondamentale per poter richiedere un finanziamento ovvero la situazione patrimoniale del soggetto richiedente.

Attualmente invece grazie a nuove forme di finanziamento anche i soggetti pensionati hanno in questo modo la possibilità di poter avere accesso a tipologie diverse di finanziamento, disponibili anche a parametri decismanente più vantaggiosi rispetto al normale mercato dei finananziamenti, tutto questo è possibile attraverso i prestiti inps rivolti ai pensionati di cui all’interno di questo post vi mostreremo le caratteristiche principali e come richiederli.

.

.

3.Richiesta prestito personale pensionati: Quota massima finanziabile
La richiesta di questa particolare tipologia di finanziamento può essere richiedibili sia attraverso i normali istituti finanziari, che attraverso le banche e gli istituti di credito dediti all’emissioni di finanziamenti e Prestito personale a pensionati.

Questa particolare tipologia di prestito dedicata ai clienti pensionati opffrono la possibilità a quust’ultimi di avere accesso a quantità di denaro che vanno da una quota minima di 2.500 euro ad un tetto massimo di 50.000 euro.
Con questa tipologia di finanziamento il soggetto richiedente non dovrà obbligatoriamente emettere alcuna informazione riguardante l’uso o la finaltà delle liquidità a cui si accede.

.

.

4.Le tipologie di prestito attualmente esistenti per la Richiesta prestito personale pensionati
Attualmente i canali migliori per poter accedere ai prestiti per i soggetti pensionati sono principalemte i prestiti di tipo INPS ed INPDAP.

Bisogna però sottolineare che ovviamento se richoiederete la modalità di finanziamento personale con l’ente INPS sarà necessario che durante il periodo lavorativo i9l
richiedente abbia regolarmente versato i contributi di previdenza.

All’interno delle casse dell’ente INPS, requisito fondamentale e necessario per poter richiedere questa tipologia di finanziamento.

Per quanto riguarda quest’ultima tipologia di prestito è necessario che il clienti non abbia superato l’eta di 80 anni, ed il cliente avrà la possibilità di estinguere il proprio debito attraverso l’utilizzo di piccole e comode rate che potranno essere al massimo 120, che dovranno essere pagate periodicamente.

Ovviamente in questa scena è necessario sottolineare come la rata da pagare mensilemnte non dovrà superare il valore della pensione ricevuta dal soggetto richiedente.

.

.

5.Richiesta prestito personale pensionati attraverso INPS
Il finanziamento attraverso l’ente INPS, è strutturato in maniera molto semplice, in quanto il soggetto pensionato che decide di richiedere questa particolare fora di finanziamento dovrà recarsi in Banca o preso qualsiasi altro istituto finanziario e fare richiesta di finanziamento che intende ricevere.

A questo punto sarà proprio L’INPS a risarcire la Banca della quota di finanziamento emesso a beneficio del richiedente, detraendo direttmente dalla pensione del soggetto richiedente la quota della rata da pagare, e la verserà direttamente nelle casse del soggetto emissario.

Il valore della rata non potrà oltreoassare la quinta parte del valore dela pensione del soggetto del richiedente della pensione, mentre la durata del finanziamento non potrà oltrepassare i dieci anni dalla data di richiesta di prestito.

Il prestito non si potrà richiedere con questo tipo di pensioni:
- le pensioni attraverso assegni sociali;
- qualsiasi tipo di invalidità civile;
- accesso mensile di un assegno per il sostentamento e di pensionati in condizioni di inabilità;
-assegni rivolti al supporto del proprio reddito;

A questo punto sarà proprio il soggetto INPS a sbrigare per il soggetto richiedente le operaizione di pagamento del proprio debito, dopo che il richiedente abbia formalmente chiuso l’accordo relativo al finanziamento e dopo che l’istituo erogatore abbia verificato la possibilità delllo stesso di pagare il finanziamento.

.

.

6.Come emettere Richiesta prestito personale pensionati
Prima di richiesta di finanziamento è necessario che il cliente si rechi direttamente in una sede INPS dislocato all’interno del territorio all’interno del quale possiede la residenza, per fare richiesta del necessario documento di Comunicazione di cedibilità, documentazione che fornirà il valore massimo della quota da pagare utilizzando proprio la pensione del soggetto richiedente.

La suddetta documentazione è necessaria per poter richiedere il finanziamento in modo tale che l’ente INPS possa in maniera del tutto automatica risarcire l’istituo di credito che ha provveduto ad emettere il finanziamento.

Dovrete in seguito portare la documentazione direttamente all’istituo emissario del finanziamento, per procedere in seguito sottoscrizione del contratto.

.

.

7.Tutela da parte dell’INPS dei soggetti pensionati
Quando l’istituto emissario del finanziamento accetta di emetter la quota richiesta dal soggetto pensionato, emette automaticamente una sorta di notifica che sarà inviata direttamente all’istituo INPS presente nel nostro territorio di residenza , in questo modo sarà possibile cominciare a pagare la rata del finanziamento.

In un secondo momento l’INPS avrà il compito di analizzare l’ente emissario del finanziamento prestando molta attenzione a controllare che il finanziamento rientri nelle norme stabilite dalla legge.

Altri parametro fondamentale da tenere sotto stretta analisi è rappresentato dal tasso TAEG, ovvero del tasso anuale effettivo globale, il quale viene stabilito secondo norma di legge

All’interno del contratto inoltre deve essere inoltre espresso il valore totale dell’intera operazione di finanziamento come ad esempio le spese di mora e quindi le spese da pagare in caso di estinzione del prestito anticipato i tassi di interesse ed altre tipologie di spesa.

I commenti sono disabilitati.




























  • RISPARMIARE OVUNQUE
    COMPRARE ONLINE
    • -Quali Siti
    • -Consigli
    • -Mutui
    • -Finanziamenti
  • RIDURRE LE BOLLETTE
  • AUTO & DINTORNI
  • DETERSIVI FAI DA TE
    - Lavastoviglie - Piatti
    - Pavimenti - Sanitari
    - Lavatrici - Acciaio
    - Marmo & Parquet - Vetro