I Tumori Neuro Endocrini (NET)

Sappiamo che diversi tipi di tumori hanno caratteristiche, sintomi, evoluzioni e prognosi diverse e siamo abituati a considerare i tumori come legati a patologie di uno specifico organo sebbene possano creare metastasi e andare a localizzarsi anche in altri organi ma i NET sono diversi concettualmente. Cosa sono?

Grazie all’AIRC

Parlare di malattie sembra una cosa banale ma non è così: occorre seguire una certa precisione e cautela nel riferirne, ancora di più quando si parla di malattie gravi come sono i tumori.

Per questo motivo per parlare del tema di oggi ci siamo avvalsi di informazioni da una fonte autorevole, per riportare un’informazione esatta, precisa seppure nella consapevole incompletezza insita in un breve articolo Ringraziamo l’AIRC, nostra fonte di informazioni e ancora di più la ringraziamo per la grande opera grazie alla quale i tumori oggi sono sempre più curabili.

Cosa sono i Tumori Neuro Endocrini

Le cellule del sistema endocrino hanno funzioni tipicamente ghiandolari con la produzione di ormoni che regolano le diverse funzioni organiche ma anche funzioni più tipicamente nervose, regolando diversi sistemi dell’organismo.

Le cellule neuroendocrine si trovano disseminate in moltissimi organi e distratti del corpo per cui i Tumori Neuro endocrini hanno la caratteristica di non essere tipici tumori dell’organo colpito ma possono colpire organi anche molto diversi e distanti tra loro

I sintomi

Spesso i NET restano a lungo asintomatici, ponendo notevoli difficoltà nel trattamento che quasi mai, a causa di questo, può essere precoce.

Quando i sintomi si manifestano, quasi sempre assumono i caratteri dei sintomi dei tumori dell’organo colpito ma esistono anche sintomi aspecifici che si possono riassumere in:

  • Perdita dell’appetito e di peso
  • Vomito
  • Diarrea
  • Variazioni della glicemia in eccesso o in difetto
  • Ipertensione
  • Febbre
  • mal di testa, sudorazione senza causa apparente
  • molti altri che, come quelli riportati , non possono orientare da soli il medico verso una diagnosi di NET

Soggetti a rischio

Non si è ancora arrivati ad identificare dei fattori di rischio per questa malattia ma si è osservata una maggiore incidenza legata all’età: la maggior parte dei pazienti sono persone anziane, più uomini che donne.

I NET si presentano più facilmente in persone con il sistema immunitario debole o sofferenti di alcune particolari altre patologie.

Sembra, inoltre, abbastanza certo che i NET si presentino maggiormente in persone esposte all’arsenico o che sono esposte eccessivamente al sole.

Quanti sono i casi di NET

Si tratta di tumori abbastanza rari, rappresentando soltanto lo 0,5% del totale dei casi di tumore. In Italia l’incidenza è di 2700 nuovi casi all’anno, in media, ovviamente.

Come abbiamo detto i tumori neuro endocrini possono colpire molti organi ma l’incidenza è varia: il 60-70% dei casi interessa gli apparati gastrici, enterici e il pancreas; a questi seguono i tumori dell’apparato respiratorio con il 20-30% dei casi e il restante 10% interessa la tiroide, i surreni, la paratiroide, la cute. Negli ultimi anni si è assistito ad un incremento dei casi ma si ritiene che questo sia da attribuire ad un miglioramento delle tecniche diagnostiche

Non esiste, ad oggi, una qualche azione preventiva se non limitare l’esposizione al sole e cercare di seguire un’alimentazione sana, cose generiche che fanno bene comunque.

Ad oggi non esiste nemmeno una classificazione di stadiazione, cioè la determinazione del grado di sviluppo del tumore, limitandoci a classificare secondo l’invasione reale da parte del tumore se ancora limitato all’organo, se già espanso ad altre strutture vicine o se metastatizzato in altri organi.

La cura è fortemente legata alla sede in cui il tumore si manifesta. La chemioterapia si rivela sempre la terapia medica di prima scelta, ma anche la radioterapia ha utilità in molti casi. La chirurgia può essere risolutiva in molti casi ma non quando il tumore si è già eccessivamente espanso ad altre strutture e ancora meno se è metastatizzato.

In ogni caso le informazioni contenute in questo articolo non possono sostituire in nessun modo il parere e le decisione del medico, unico titolato a valutare, diagnosticare, curare.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *