Visitare Vilnius

Probabilmente il nome di questa città ti lascerà un po’ in imbarazzo, non sapendo esattamente dove collocarla. Siamo nell’Europa dell’est, in una delle cosiddette Repubbliche baltiche, nate come Repubbliche autonome all’indomani della caduta del comunismo e del disfacimento dell’Unione Sovietica. Vilnius è la Capitale della Lituania.

Cosa è Vilnius

Vilnius è la Capitale della Lituania, una Repubblica moderna con un’economia in crescita, basata soprattutto su scambi commerciali con la Russia ma che sta incrementando il suo commercio anche verso altri Paesi della UE.

La Lituania è una Repubblica del Nord, quindi una visita è certamente più godibile nella bella stagione mentre d’inverno il freddo si fa sentire parecchio, limitando il piacere di una passeggiata per la città di Vilnius.

Dal 1994, praticamente appena dopo la sua indipendenza, il centro storico della Capitale della Lituania è Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell’Unesco. La città è ricchissima di arte, di strade strette ampiamente sfruttate per il turismo, edifici d’epoca, chiese.

Ricordiamo che la Lituania ha un forte sentimento religioso cattolico e questo si nota chiaramente in una sua visita.

Come arrivare a Vilnius

Vilnius è ben servita a livello aereo, anche con rotte di compagnie Low Cost. Una di queste che collega maggiormente Vilnius con molte altre città Europee è Ryanair.

L’Aeroporto è vicino alla Capitale Lituana e il costo della vita in città è basso: un albergo a tre stelle può avere un costo di circa 35 Euro a notte mentre un buon pasto completo in città ha un costo di 15 Euro ma anche meno mangiando comunque bene.

Il Centro Storico di Vilnius

Un vero tripudio d’arte, così si potrebbe definire il centro storico di Vilnius, prevalentemente in stile Barocco ma anche con importanti testimonianze Gotiche, rinascimentali e neoclassiche.

Una delle prime cose da vedere è la Piazza della Cattedrale dei Santi Stanislao e Ladislao. Alla caduta dell’Unione sovietica da questa piazza prese il via la “catena Baltica”, una catena umana che nel 1991 attraverso i Tre Stati Baltici, Lituania, Estonia, Lettonia per spingere l’Unione Sovietica al termine della sua esistenza a concedere l’indipendenza a questi Stati Baltici.

Assolutamente da vedere anche la Chiesa di S. Anna e, appena dietro, quella di Bernardine. Sempre nel Centro Storico da vedere anche la piazza del vecchio Municipio e da qui fino alla Strada Ausros Vartu che nel periodo della seconda guerra mondiale vivevano nel ghetto oltre 55 mila ebrei mentre oggi non ne è presenta nessuno o quasi.

La Torre dell’Università

Vilnius è sede di un’importante Università dotata di un importante Campus che puoi visitare al costo di 2,5€ a testa. Il Campus è notevolmente antico, essendo nato nel lontano XVI secolo e ancora oggi praticamente intatto come era all’origine.

Annesso all’Università c’è una Torre Campanile alta 68 metri e visitabile al costo di 1,5€, per godere di un’incomparabile veduta dall’alto sulla città e in particolare sul suo vasto Centro Storico.

Tornato nel centro storico, la parte certamente più interessante da visitare, sul suo lato occidentale si trova un bellissimo parco che ospita un antico Monastero di frati Bernardini fin dal 1469 ma che oggi hanno abbandonato tale sede.

Il parco è aperto dalle 7 alle 22 e si consiglia in particolare una visita serale quando nel buio del verde spiccano numerose fontane illuminate con molte vivaci luci colorate.

Il Mercato Hall Variegatura

Nulla come un mercato cittadino ti consente di avere uno stretto contatto con la gente locale e capire meglio l’ambiente reale in cui ti trovi.

Perché, quindi, non fare una visita al principale mercato alimentare della città, al coperto, dove potrai trovare ogni tipo di genere alimentare.

In estate, quando non ci sono le rigide temperature invernali, all’esterno del mercato si concentrano numerosi produttori locali che tentano di vendere al loro merce.

La Street Art

In genere nelle città i graffiti sono vissuti come atti vandalici o poco più, ma tollerati o cancellati.. A Vilnius i tanti murales dipinti da giovani artisti di Street Art sono diventati una risorsa turistica. Ai punti di informazioni turistiche ti daranno anche una guida per vedere i migliori graffiti della città.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *